Monumento alla stanchezza

A volte sei così stanco da pensare che gli stessi monumenti secolari della tua città e delle altre tutte vogliano cadere e frantumarsi a terra. Basta, avere gli occhi addosso e guardare le cose passare e annerire ai gas di scarico. Voglio crollare, dice il Colosseo; ora mi butto, pensa una statua sulla cattedrale; conto fino a dieci e mi stacco, decide lo stemma di un edificio del Cinquecento. Per fare spazio allo spazio, al vento sulla nuova spianata, alle capriole del possibile e smettere di apprendere nozioni su un determinato campo – che le cose “funzionano” in quel modo – iniziando invece a pensare, a creare, a essere noi quel campo, noi i monumenti. E dopo, ma dopo, aprire alle visite.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...