Lampedusa 2013

Ne sono morti che ancora ci impressionavano, di fratelli verso Lampedusa, sgomenta da richiamare a sé il papa fresco di nomina e ora siamo a due anni dopo, che i pesci avranno fatto famiglia con le ossa annegate fra il continente emorragico e il nostro, seduto in poltrona a guardare la morte crescere ovunque come una pianta nei nostri occhi e chiederci ma da noi quando verrà, senza sapere che è già entrata nelle case a indurire i cuori e ammorbare le menti di chi due anni fa magari non diceva ancora di aiutarli a casa loro e non si chiedeva – come davvero mi chiedo io oggi – ma è rimasta ancora gente da ammazzare nella terra nera dei signori delle macerie?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...