Garanzie

La lavapiatti ha compiuto la sua missione: rompersi un giorno dopo la garanzia. Nella fabbrica dov’è nata, a quest’ora le tributano tutti gli onori come pianti al rombo di cannone, tromba alle note del silenzio e medaglia al valore per i due anni – non un giorno di più – di servizio devoto alla causa ultima del rinnovo della garanzia in comode rate e scomodo sfardamento di coglioni del proprietario. Anno 2015, l’uomo andrà presto su Marte; la tecnologia ha raggiunto i massimi livelli nella fedeltà ai fabbricanti di elettrodomestici, foreign fighters per la jihad consumistica, kamikaze dinamitardi che attentano ai portafogli dei consumatori, sempre più avvezzi alla spiacevole sensazione di avere degli estranei in casa, pronti a entrare in azione dopo aver conquistato la loro fiducia facendo ormai parte della famiglia. Ah, i bei tempi in cui una lavatrice era per sempre, le carrozzerie erano di ferro e le radiosveglie seppellivano puntualmente i loro padroni e, dopo di loro, generazioni e generazioni di figli: andati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...