Cantare

Io credo che un po’ si senta la mia mancanza in villa, specie la sera. Favoleggia pure che ora sia lì, a cantare nel sottoscala o in doccia e forte, da arrivare quasi al cancello. Mi senti? Come faccio quando ci sono davvero, quasi marcando nell’aria un solco che resta vuoto quando non ci sono, perché solo della mia voce ha forma. Come seminasse un’edera volatile, il canto, che cresce con te lontano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...