Nostalgia aliena

I meravigliosi gesti che facevamo per trovare una nave che ci portasse di nuovo a casa facevano splendido il pianeta in cui eravamo finiti. Avevamo le voci ancora sottili dei bimbi che sanno tutto e il posto di ogni cosa, ma presto il gioco si è ridotto all’esercizio di non dimenticare. Così ci sono cresciute piano delle ancore ai piedi e oggi ariamo campi negli abissi a testa alta: un mare di stelle solfeggia i nostri nomi come ritirate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...