Cedo

È un periodo, come altri sono stati, che cedo alle facili colonne e qui non voglio. Avrò scritto già cento poesie dall’ultimo pensiero esagerato in prosa, ma un progetto è un progetto: niente colonne qui, e mi dispiace perché a volte mi sembra che ci siano le cose più vere in equilibrio fra il dire e il musicare, e maggiore una presenza. Forse la cosa migliore è inviarle per posta ai miei cari tutte queste poesie e solo a loro; inviarle solo di notte, a nessuno che se lo aspetti.